MOTTAINAI 勿体無い oh, che spreco!

In occasione del Nipponbashi di primavera 2012, siamo orgogliosi di proporre al nostro pubblico un’esperienza unica di approfondimento dello shodo, l’arte giapponese della calligrafia. Grazie all’intervento dei maestri calligrafi Bruno Riva e Katia Bagnoli, facenti parte dell’associazione milanese Shodo.it, potrete assistere ad una splendida performance in Piazza Borsa e soprattutto partecipare ad un’intera giornata di workshop dedicato alla calligrafia.

Le due giornate di approfondimento si svolgeranno in questo modo:

Sabato 14 aprile – workshop di shodo (PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA attraverso il modulo online)

Location: Palestra Five Club, Corso del Popolo 42, Treviso (sopra Coin)

Entro le 9.30

  • Definizione delle postazioni di lavoro
  • Distribuzione dell’attrezzatura e della documentazione didattica

9.30 – 12.30: Prima sessione di attività

  • Accoglienza: presentazione della giornata;
  • Breve introduzione sull’attrezzatura e su alcuni aspetti pratici riguardanti l’esecuzione calligrafica;
  • Breve dimostrazione di scrittura di una prima serie di caratteri;
  • Inizio delle attività pratiche su fogli di piccole e grandi dimensioni;
  • Esecuzione dei tratti di base su grandi fogli e scrittura su fogli piccoli di una parte dei caratteri mostrati in precedenza.

12.30 – 14.30: Pausa per lavare i pennelli, sistemare la sala e pranzo

14.30 – 18.30: Seconda sessione di attività

  • Breve introduzione teorica alla storia della scrittura e della calligrafia illustrata da esempi eseguiti appositamente;
  • Esempio di scrittura di alcuni altri caratteri nelle forme normale e semicorsiva;
  • Esecuzione dei caratteri mostrati: prima copia su fogli piccoli e in seguito loro libera interpretazione su fogli grandi.

Domenica 15 aprile – performance di shodo ad accesso libero e gratuito

Location: Piazza Borsa (in caso di pioggia la performance si svolgerà all’interno del Salone Borsa)

Orario: 11.00 – 11.30

Prima dell’inizio vi sarà una breve presentazione dell’evento e una distribuzione gratuita al pubblico del testo che sarà calligrafato nel corso dell’intervento.

L’azione calligrafica si svolgerà su una superficie rettangolare di circa 7×10 metri.

Note importanti per accedere alla performance:

  • il pubblico non dovrà avvicinarsi a meno di un metro dai fogli;
  • chi sarà vicino al luogo dell’intervento potrà sicuramente attendersi di ricevere degli spruzzi d’inchiostro.

Durante l’esecuzione da parte del maestro Bruno Riva dei caratteri indicati nel testo distribuito, nelle cinque maggiori forme di scrittura, in dimensioni diverse, interverrà anche la calligrafa Katia Bagnoli. L’azione si concluderà con l’esecuzione calligrafica gestuale di tre caratteri per mezzo di un pennello di grandi dimensioni.

Al termine del loro intervento i due calligrafi, coadiuvati dalla scrittrice e calligrafa Carmen Covito, presente per documentare la manifestazione, saranno a disposizione per rispondere alle domande del pubblico.

L’Associazione Shodo.it e i suoi maestri Bruno Riva e Katia Bagnoli

Shodo.it è un’associazione culturale senza scopo di lucro, costituita nel 2007 a Milano per promuovere la conoscenza dell’arte del Giappone e dell’Estremo Oriente e in particolare lo studio, la diffusione e la pratica della calligrafia.
Oltre a utilizzare il proprio sito web come strumento di informazione e divulgazione, opera attraverso l’organizzazione di corsi, seminari, mostre e conferenze.

Collabora con enti pubblici e privati e con altre associazioni che perseguono scopi analoghi.

Bruno Riva

Da quasi vent’anni si dedica allo studio e alla pratica della calligrafia estremo orientale; la sua ricerca creativa si muove in più direzioni sfruttando le potenzialità espressive di tutte le forme tradizionali di scrittura, da quelle antiche al corsivo, dalla scrittura normale alla corrente. Le sue opere mostrano sempre una particolare attenzione all’esecuzione tecnica unita a un’accurata ricerca compositiva che in molti casi rispetta i canoni tradizionali ma in altri propone nuove soluzioni basate su originali moduli compositivi. Le sue opere di grandi dimensioni sono generalmente caratterizzate da un’esecuzione marcatamente gestuale che s’indirizza verso la ricerca di un’espressività che tende a destrutturare i caratteri di scrittura, spingendoli in direzione del segno astratto. In alcune di esse la ricerca sull’espressività del segno si abbina a quella del colore, generalmente bandito dalla tradizione calligrafica estremo orientale.

Ha studiato con i maestri Nagayama Norio, Ruan Zonghua, Yamada Tomie, Kataoka Shikô e presso l’Accademia di calligrafia Lanting di Shaoxing; ha partecipato a numerosi seminari diretti da calligrafi giapponesi e cinesi tra cui i maestri Tanaka Jomio, Nagata Otei e Koyama Tenshu.

Dal 2001 insegna calligrafia a Lugano e a Milano ed è fondatore dell’Accademia di calligrafia Ruimo e cofondatore dell’Associazione culturale shodo.it. di cui è Segretario e della Confederazione Europea di Calligrafia di cui è Coordinatore generale.

Dal 1997 elabora documentazione didattica, pubblica articoli per riviste e testi teorici e storici sulla calligrafia estremo orientale e su altri argomenti legati alla cultura e alle arti giapponese e cinese.

Partecipa come relatore a conferenze sulla calligrafia nell’ambito di manifestazioni dedicate alle arti dell’Estremo Oriente ed esegue dimostrazioni di calligrafia.

Dal 1999 ha curato dieci mostre esponendo opere di numerosi calligrafi contemporanei europei e affermati maestri estremo orientali.

Partecipa regolarmente con proprie opere a importanti mostre di calligrafia in Cina, Giappone, Corea ed Europa.

Nel 2010 è stato invitato a produrre una calligrafia personale da incidere su una stele di pietra per la nuova Foresta delle stele (Xinggong Stele Forest) a Zhengzhou presso la Residenza temporanea del primo imperatore cinese Huangdi.

Nel giugno scorso ha ricevuto per il secondo anno consecutivo il prestigioso riconoscimento di Excellent International Teacher dalla Beida University di Pechino.

A inizio settembre è stato invitato a partecipare all’inaugurazione del nuovo Parco delle stele calligrafiche a Tongyu (Manciuria) dove è presente in esposizione permanente una stele di pietra su cui è incisa una sua calligrafia di grandi dimensioni.

Sempre a settembre ha prodotto un’opera per la mostra legata alle celebrazioni del centenario della rivoluzione democratica cinese del 1911.

Nel dicembre 2011 ha partecipato con una sua opera a una mostra di paraventi tenutasi a Takarazuka, in Giappone.

Katia Bagnoli

Traduttrice di letteratura angloamericana è nata e vive a Milano.

Dal 2004 pratica la calligrafia estremo orientale e ha studiato con i maestri Nagayama Norio, Nagata Hotei, Yamada Tomie, Kataoka Shiko e presso l’Accademia di calligrafia Lanting di Shaoxing in Cina.

Partecipa regolarmente con proprie opere a importanti mostre di calligrafia in Cina, Giappone, Corea enEuropa.

Nel giugno 2011 ha ricevuto il prestigioso riconoscimento di Excellent International Teacher dalla Beida University di Pechino.

A inizio settembre è stata invitata a partecipare all’inaugurazione del nuovo Parco delle stele calligrafiche a Tongyu (Manciuria) dove è presente in esposizione permanente una stele di pietra su cui è incisa una sua calligrafia di grandi dimensioni.

Sempre a settembre ha prodotto un’opera per la mostra legata alle celebrazioni del centenario della rivoluzione democratica cinese del 1911.

Nel dicembre 2011 ha partecipato con una sua opera a una mostra di paraventi tenutasi a Takarazuka, in Giappone.

È fondatrice e Presidente dell’Associazione culturale shodo.it ed è responsabile dei contenuti del sito www.shodo.it .

Ha organizzato mostre calligrafiche e curato la pubblicazione di libri sull’argomento.

Use Facebook to Comment on this Post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *