Lettera aperta a La Tribuna: rettifica dell’articolo “Addio Orleans, Ca’ Sugana si gemella col Giappone”

[Lo staff del Nipponbashi rende pubblica la lettera di rettifica che ha inviato a La Tribuna in data 27 settembre 2011, e che, nel momento in cui pubblichiamo, è ancora senza risposta. Desideriamo che chi ci segue sappia che certe affermazioni non hanno nulla a che fare con la nostra attività e che sono del tutto senza fondamento.]

In risposta all’articolo pubblicato dal vostro quotidiano in data 25 settembre 2011, dal titolo “Addio Orleans, Ca’ Sugana si gemella col Giappone”, firmato da F.d.w., in qualità di presidente dell’Associazione Nipponbashi organizzatrice dell’evento, sono a chiedere le rettifica immediata delle affermazioni da voi scritte, in quanto niente di quanto descritto corrisponde a verità, almeno per ciò che concerne le dichiarazioni fatte riguardo la nostra associazione.

Il Nipponbashi e l’associazione che ne prende il nome nascono in seguito all’interesse di singoli appassionati, che hanno voluto dare forma ai propri interessi e diffondere la cultura giapponese nel trevigiano. La città di Ichinomiya e il Comune di Treviso nulla hanno a che fare con l’organizzazione e la promozione dell’evento, se non come semplici “collaboratori”, la prima con uno stand di informazione posizionato all’interno della mostra mercato ai Buranelli, il secondo nel concedere spazi cittadini per lo svolgimento della manifestazione.

Usare come “pretesto” il nostro evento per speculare su eventuali coinvolgimenti politici è scorretto e poco professionale da parte vostra, dal momento che il giornalista in questione ha mai nemmeno preso in considerazione la possibilità di contattare l’associazione per chiedere qualsiasi informazione in merito alla collaborazione dei sovra citati enti pubblici.

Vorrei inoltre sottolineare che la nostra associazione aveva inviato per tempo un comunicato stampa della manifestazione, nel quale il coinvolgimento di Ichinomiya non era nemmeno lontanamente citato. L’unico accenno all’amministrazione cittadina era indicato nell’intervento che l’assessore Giuseppe Mauro avrebbe fatto la domenica. Essendo lui l’assessore alle attività culturali, un intervento da parte sua rientra perfettamente nella normale collaborazione da parte del comune di Treviso.

Alla luce di tutto ciò, chiedo da parte vostra una rettifica immediata dell’articolo, in quanto la nostra associazione è nata indipendentemente da comune e Ichinomiya, e svolge un lavoro di diffusione della cultura giapponese ben distante da presunti coinvolgimenti politici o raccomandazioni di alcun tipo. Una dichiarazione del genere da parte vostra rischia di ledere il lavoro di mesi di promozione culturale nella città di Treviso, e di precludere il naturale sviluppo della manifestazione.

Elisabetta Grosso

Use Facebook to Comment on this Post

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *